AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

10 novembre, si moltiplica il sostegno internazionale allo sciopero generale indetto da USB

Nazionale -

Si moltiplicano i messaggi internazionali di supporto e di solidarietà con lo sciopero generale proclamato per il 10 novembre dall’Unione Sindacale di Base insieme a Cobas e Cib Unicobas. Tutti i sindacati di classe riuniti nel WFTU si riconoscono nella piattaforma lanciata da USB contro le politiche di mattanza sociale varate in Italia e più in generale nel mondo anche dai governi sedicenti progressisti, al solo scopo di tutelare il capitale e le multinazionali.
Dopo il messaggio di sostegno della World Federation of Trade Union, sono arrivati quelli della CTB brasiliana (Central DOS Trabalhadores e Trabalhadoras do Brasil), della PLF pakistana (Pakistan Labour Federation), della UIS/SP America Latina e Caribe, della SGA/CTP congolese (Conscience des Travailleurs et Paysans), della FNSTFPS portoghese e delle Democratic Trade Unions dello Sri Lanka. Quest’ultima in particolare scende nel dettaglio tracciando un parallelo tra le politiche in atto in entrambi i paesi con le privatizzazioni dei sistemi sanitario e scolastico e le svendite delle infrastrutture dei trasporti.
Altri messaggi stanno arrivando e arriveranno. In allegato quelli fin qui ricevuti.

10 NOVEMBRE
SCIOPERO GENERALE NAZIONALE
CONTRO LE POLITICHE ECONOMICHE E SOCIALI
DEL GOVERNO ITALIANO E DELL’UNIONE EUROPEA
CONVOCATO DA USB CONFEDERAZIONE COBAS E CIB UNICOBAS

MANIFESTAZIONI NELLE PRINCIPALI CITTÀ


Per affermare ed ottenere il diritto al salario, al reddito, alla pensione.
Per veri rinnovi dei contratti.
Per il rilancio della buona occupazione e la cancellazione della precarietà e di ogni forma di sfruttamento.
Per la cancellazione della legge 107 nella scuola.
Per la difesa e il miglioramento della scuola e della sanità pubblica e per servizi sociali pubblici e gratuiti.
Contro le privatizzazioni e per la nazionalizzazione delle aziende strategiche per il paese.
Per fermare la deriva autoritaria e repressiva in atto.
Per la democrazia sindacale contro il monopolio delle organizzazioni sindacali concertative e per difendere il diritto di sciopero, per il ritiro di ogni normativa che ne mini e riduca l’efficacia.
Per nuove politiche sociali in tema di diritto all’abitare, di salvaguardia e messa in sicurezza del territorio, di contrasto alla xenofobia e al razzismo.
Abolizione completa del Jobs Act, della Legge Fornero, della “Buona scuola”, delle Leggi Minniti/Orlando


11 NOVEMBRE USB ADERISCE E PARTECIPA
ALLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA
PROMOSSA DALLA PIATTAFORMA SOCIALE EUROSTOP

Unione Sindacale di Base 

 

Vai ai materiali dello sciopero