AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

Fabio Perini , continua lo scontro con la dirigenza: oggi 2 ore di sciopero e presidio

Nazionale -

Anche oggi le lavoratrici ed i lavoratori della Fabio Perini dello stabilimento di Calderara di Reno (Bologna), hanno presidiato in sciopero per 2 ore  davanti ai cancelli dell’azienda. L’adesione allo sciopero da parte delle lavoratrici e dei lavoratori continua ad essere quasi unanime!
Dopo l’indizione di un pacchetto di venti ore di sciopero di  fronte alla posizioni di irricevibilità delle nostre richieste di modifica al CCNL, indicate in una  piattaforma votata all’unanimità in assemblea dalle lavoratrici e dai lavoratori della Fabio Perini, oggi abbiamo raggiunto le 14 ore di sciopero. La prossima settimana continueremo nella lotta e democraticamente in un’assemblea decideremo tutte/i insieme lavoratrici e lavoratori come proseguire la lotta.
Ormai abbiamo capito, lo scontro con la dirigenza Fabio Perini non è più sul merito delle richieste, riconoscimento del 100% del salario in caso di carenza per malattia breve, modalità di utilizzo legge 104  e libertà individuale di non utilizzare buoni welfare e sanità integrativa godendo di un rimborso.
Lo scontro è di principio!
La posizione dell’azienda rimane una sola: le nostre richieste sono irricevibili!
I dirigenti Fabio Perini, hanno deciso di non riconoscere la RSU USB Fabio Perini, votata, unica lista presente, solo qualche mese fa con 105 voti su 150 effettivi e che ha in pochi mesi iscritto a USB 87 tra lavoratrici e lavoratori spazzando via la Fiom sia in termini di rappresentanza che di iscritti.
In sostanza ci stanno dicendo che oggi dobbiamo pagare la nostra scelta di aver lasciato la Fiom per USB e di aver presentato una piattaforma rivendicativa per riconquistare diritti che l’ultimo e vergognoso rinnovo del CCNL metalmeccanici firmato da Fim, Fiom e Uilm ci ha scippato.
Noi ribadiamo convintamente la nostra disponibilità al dialogo, ma non vogliamo e non possiamo cedere a questo ricatto, useremo tutte le nostre forze e la nostra intelligenza per riconquistare diritti che i nostri genitori hanno con grandi sacrifici conquistato. Lo facciamo per noi, ma anche per il futuro dei nostri figli!
UNITI VINCEREMO!

RSU USB Fabio Perini Bologna