Comunicati Stampa USB

COMUNICATI STAMPA

Roma, via dell'Aeroporto 129

Tel./Phone:
(+39) 06 54070479

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
usb@usb.it

USB: Il 1° Maggio corteo dei braccianti

Reggio Calabria -

Nella Piana nasce il Coordinamento dei Lavoratori agricoli

Nell'affollatissima assemblea dei braccianti svoltasi domenica 19 nel comune di San Ferdinando (RC), è nato il Coordinamento dei Lavoratori agricoli USB della Piana di Gioia Tauro.

Il primo atto della struttura è stato la presa d’atto dei grandi risultati ottenuti grazie alla determinazione dei lavoratori: l'iscrizione nel registro dei residenti, il rilascio delle carta d'identità, le pratiche per i rinnovi dei permessi di soggiorno e le richieste di protezione internazionale, al termine del confronto diretto dei lavoratori agricoli con le istituzioni locali.

L'USB ha attivato, in accordo con l'Amministrazione comunale uno Sportello di orientamento, informazione e assistenza sulle pratiche riguardanti i migranti, sia burocratiche che amministrative.

Il sindaco di San Ferdinando, Andrea Tripodi, intervenuto all'assemblea, ha confermato la volontà politica dell'amministrazione di sostenere le richieste dei braccianti in quanto parte integrante della cittadinanza.

E l'assegnazione di una unità lavorativa al Comune da parte della Prefettura di Reggio Calabria va proprio in questa direzione.Sulla questione della nuova tendopoli, i lavoratori agricoli hanno ribadito ancora una volta la volontà di lottare per una soluzione abitativa. Perché non si può continuare ad affrontare con logiche di emergenza una situazione ormai strutturale, che coinvolge diverse centinaia di lavoratori agricoli, ai quali se ne aggiungono altre centinaia durante la stagione di raccolta. Per questo motivo l'assemblea ha deciso di intraprendere azioni di lotta perché sia garantito a tutti un tetto sotto il quale dormire. Il sindaco Tripodi ha condiviso con USB questa volontà.

L'assemblea ha inoltre deciso di organizzare un 1° maggio dei braccianti con manifestazione in varie zone delle regioni del Sud Italia, per rivendicare il rispetto dei diritti e della dignità di tutti contro qualsiasi forma di sfruttamento.

Con questa giornata, che fa seguito all'intervento nel Foggiano e in Basilicata, prosegue il percorso di organizzazione sindacale di USB Lavoro Privato con i braccianti agricoli.